Concerti 2012

Fujiya e Miyagi

Fujiya e Miyagi, oltre ad essere i nomi di due personaggi di Karate Kid, sono quattro musicisti inglesi di Brighton, ossessionati dal krautrock e dall’indie pop.
Il formidabile mix musicale ha permesso loro di guadagnarsi un posto di rilievo sulle pagine di NME e Pichfork.
Il loro ultimo album è Ventriloquizzing (2011, Full Time Hobby/Pias) prodotto da Thom Monahan, già al lavoro con Pernice Brothers e Devendra Banhart.
“Ci piacciono molti i gruppi che Thom ha prodotto, e oltre al suo coinvolgimento in progetti acustici, ama davvero anche la musica elettronica. E gli piacciono Sly & the Family Stone…” ha dichiarato David Best, voce e chitarra del gruppo. Poichè Monahan vive negli Stai Uniti, ciò ha significato che l’album è stato scritto a Brighton e registrato nell’assolata California.
L’atmosfera è più oscura di prima, energica, aggressiva e provocatrice, lasciando però intatto il funk teso e mimimalista che è diventato il loro biglietto da visita.
“E’ un disco piuttosto accusatorio” ha dichiarato David, “penso che ci sia una rabbia latente o forse solo fastidio,verso le istituzioni e la gente in generale, e probabilmente anche verso noi stessi.”
Gli argomenti toccati includono l’eccesso di medicinali, l’ipocrisia ecologista e il mito di Chanctonbury Ring, dove si dice che percorrendo di corsa al contrario per sette volte un gruppo di alberi, il diavolo apparirà e ti offrirà una minestra. La canzone si intitola Minestrone.


Nils Frahm

Nils Frahm, classe 1982, lavora come compositore e produttore a Berlino, dove ha fondato il Durton Studio. Nils ha lavorato e collaborato con molti musicisti contemporanei come Peter Broderick, Ólafur Arnalds, Anne Müller, Deaf Center, Efterklang e Dustin O’Halloran. Il suo approccio non convenzionale a un antico strumento come il pianoforte, suonato in modo contemplativo e intimo, ha conquistato molti fan in tutto il mondo, tra cui Thom Yorke, che ha incluso un pezzo di Nils nella Radiohead’s HQ office chart. I riconoscimenti intorno alla sua produzione continuano a crescere e dopo i precedenti lavori Wintermusik (2009) e The Bells (2009), il 10 ottobre 2011 è uscito il suo ultimo album Felt. Dopo aver registrato l’album precedente dal vivo in una grande chiesa riverberante, con Felt Nils Frahm invita i suoi fan a mettersi gli auricolari e a immergersi in un mondo di suoni microscopici e delicati – così intimi che ascoltandoli si potrebbe avere l’impressione di essergli seduti accanto. Registrato a tarda notte nella solitudine riflessiva e nel silenzio del suo studio a Berlino, Frahm scopre un nuovo suono e una fonte di ispirazione:
Inizialmente volevo fare un favore ai miei vicini smorzando il suono del mio pianoforte. Se voglio suonare il piano durante la quiete della notte, l’unico modo rispettoso è quello di frapporre un panno di feltro tra il martelletto dei tasti e le corde e di mettere molta dolcezza nelle dita. E’ stato allora che ho scoperto che il mio pianoforte suona meravigliosamente con la sordina.
Affascinato da questo risultato sonoro, Nils ha messo i microfoni all’interno della cassa di risonanza del piano, in modo che stessero quasi a contatto con le corde. Questo ha arricchito le registrazioni di una serie di suoni estranei, che la maggior parte dei produttori cercherebbero con ogni sforzo di nascondere: Sento me stesso respirare e ansimare, sento il suono gracchiante dei tasti azionati e lo scricchiolio dei miei pavimenti in legno – tutti ugualmente forti come la musica. La musica diventa una contingenza, una possibilità, un incidente all’interno di tutto questo fruscio. Il mio cuore si apre e mi chiedo che cosa è che mi fa sentire così felice.


Lower Dens

Dopo l’esordio nel 2010 con l’acclamato Twin-Hand Movement, che aveva ottenuto l’unanime consenso della critica specializzata, i Lower Dens arrivano a Video Sound Art per presentare il nuovo atteso album, secondo della loro carriera, in uscita il 30 aprile per Ribbon Music (divisione della Domino). Intitolato Nootropics, questo lavoro inaugura un nuovo capitolo artistico nella carriera della band nata nel 2009 dalla volontà creativa della texana Jana Hunter, già collaboratrice di Devendra Banhart.
Centrato sulla cantante Jana e realizzato da Tristan Patterson il brano Brains, unico singolo ad anticipare l’album, rivela i temi centrali di Nootropics: una sorta di minimalismo monumentale, in cui i suoni che potrebbero sembrare a mala pena percettibili a un primo ascolto si rivelano invece centrali e fondamentali nell’architettura dell’album.
I Lower Dens oggi sono Jana, Geoff Graham, Will Adams, Nate Nelson e Carter Tanton.
Nootropics è stato registrato presso il Key Club Recording di Benton Harbor in Michigan con l’aiuto del produttore Drew Brown, già collaboratore di Radiohead, Beck e Blonde Redhead ed è stato poi concluso a Baltimora.


No hay banda

NO HAY BANDA è un esperimento ideato da quattro giovani artisti milanesi con l’intenzione di esplorare diversi media, quali musica elettronica, contemporanea e video concept, alla ricerca di un messaggio universale reso possibile dall’unione dei diversi linguaggi nel momento della performance live.

Nicolò Parsenziani (Pianoforte / Percussioni)
Noumeno (Producer)
Micromontage (Producer)
Glauco Canalis (Video Artist)

Video Sound Art Festival
II edizione
29, 30, 31 maggio 2012

Sede:
Villa Simonetta, Milano

In collaborazione con:
Fondazione Milano
(Scuola di teatro Paolo Grassi, Cinema e Televisione, Civica Scuola di Musica)

Sponsor:
Renault RENORD

Con il patrocinio di:
Comune di Milano