Vai al contenuto
Caterina Morigi presenta l’opera Making Special

La ricerca di Caterina Morigi è incentrata sugli aspetti meno evidenti della materia. Per affrontare la sostanza delle cose si serve di uno sguardo ravvicinato, osservando l’effetto del tempo sulle forme, in superficie e in profondità, facendo in modo che l’opera sia sempre dipendente dalle sue trasformazioni fisiche e connessa con lo spazio circostante. La sovrapposizione tra organico e inorganico è utilizzata per sondare la relazione imprescindibile tra uomo e natura.

Making special è la nuova produzione scultorea che l’artista presenta alla XII edizione del Festival. La serie di sculture parte
dall’indagine poetica della pietra interpretata come libro e scrigno della storia dell’uomo. L’artista rivisita in chiave contemporanea le tracce di antiche incisioni rupestri, realizzando cinque opere differenti per temi e stili. Making Special non solo restituisce in maniera poetica una riflessione su una bellezza dello sguardo senza tempo, ma condensa inoltre le caratteristiche degli errori umani, le imperfezioni delle macchine, l’incertezza interpretativa, rovesciando le forme dell’antico per riportarle nel presente.

Nella mia pratica non effettuo una manipolazione, ma evidenzio con lo sguardo e piccole aggiunte. Si tratta piuttosto di una maieutica, è la materia stessa che si muove da sola, sono gli agenti casuali che influiscono su di essa.

Caterina Morigi

Nata nel 1991, attualmente vive e lavora a Bologna. Ha studiato allo IUAV di Venezia e all’Université Paris8-Saint Denis. Ha partecipato a numerose residenze artistiche in Italia e all’estero, tra cui Spira (GR), Parigi e Napoli, presso la Fondazione Archivio Casa Morra. Ha esposto al Museo MAMbo (Bologna), Archivio Casa Morra (Napoli), Villa Della Regina (Torino), Mucho Mas! (Torino), MAR (Ravenna), BACO (Bergamo), Museo Nazionale della Montagna (Torino), Fondazione Bevilacqua la Masa (Venezia), Fotografia Europa (Reggio Emilia).  Nella sua pratica comprende spesso la collaborazione con centri scientifici (LAMA–Laboratorio dei materiali antichi dell’Università IUAV) e attualmente con i ricercatori dell’Istituto Ortopedico Rizzoli e dell’Università di Bologna. È rappresentata dalla Galleria G7 di Bologna. 

Caterina Morigi, Making Specialsoli, 2022, Marmo Azul Bahia, incisione, 43 x 50 x 2 cm. Ph. Lorenzo Mariotti.
Prodotto in collaborazione con Ultravioletto.art e Masutti marmi.

XII edizione
The life of things
and the invisible qualities of objects

22 – 28 settembre 2022

Orari di apertura:
dalle h 19:00 alle h 24:00*
*Sabato 24 settembre dalle
h 19:00 alle h 1:00.

Opening:
giovedì 22 settembre, h 19:00

Sede:
Teatro Carcano
Corso di Porta Romana, 63,
MM3 Crocetta, Milano

SCOPRI LA XII EDIZIONE

SCOPRI LA XII EDIZIONE